corso milano 2018 no miur

CORSO BASE DI PRIMO LIVELLO

Il numero dei ragazzi con diagnosi di DSA, disturbo specifico dell’apprendimento e BES è in forte crescita rispetto al passato.

Spesso il contesto non è pronto ad accogliere questi ragazzi e fa fatica anche ad adeguarsi alla normativa che è in vigore in Italia.

Consci di questo disagio abbiamo messo a punto un percorso di formazione che possa sopperire alle mancanze e inadeguatezze di coloro (genitori, insegnanti, educatori) che si rapportano con questi ragazzi.

Innanzitutto una precisazione: anziché di disagio preferiamo parlare di caratteristica. I più recenti studi sulla dislessia in generale, la definiscono infatti “una caratteristica neuropsicologica”.

A CHI E’ RIVOLTO

GENITORI

INSEGNANTI

ASPIRANTI TUTOR

Perché un genitore dovrebbe frequentare questo corso? 

I genitori i cui figli hanno una diagnosi, frequentando il corso, possono arrivare a comprendere meglio la diagnosi e cosa implica nello studio e nella vita quotidiana. Possono anche imparare ad aiutare meglio i propri figli abbassando il livello di frustrazione e conflittualità.

Per i genitori che non ambiscono all’attestato di Tutor è permesso, previo accodo, frequentare anche parzialmente e per ciò che più necessità loro.

Perché un insegnante dovrebbe frequentare questo corso?

Il corso è fortemente formativo per gli insegnanti che sentono il dovere di formarsi per svolgere al meglio il loro lavoro e impostare relazioni costruttive con i loro allievi.

In particolar modo le informazioni e le competenze che acquisiranno, sulle modalità di studio e valutazione, potranno essere estese all’ampia categoria dei soggetti che rientrano nei BES, compresi quindi anche i DSA .

Chi può formarsi per diventare tutor?

Tutti coloro che hanno un diploma di scuola superiore, insegnanti di ogni ordine e grado, educatori, psicologi, pedagogisti, e laureati in varie discipline.

LA FIGURA DEL TUTOR, nel percorso di autonomia del soggetto con diagnosi DSA, è di grande importanza.

Il ruolo di questo specialista è portare questi ragazzi all’autonomia nello studio attraverso un percorso di potenziamento delle capacità cognitive, insegnando loro come utilizzare al meglio gli strumenti di apprendimento e rinforzando la loro autostima.

Il tutor, considerata la sua funzione, è anche di sostegno alla famiglia e ai genitori che, in sua assenza, sono spesso chiamati ad un compito gravoso: insegnare a studiare ad un figlio con diagnosi di DSA o BES.

Inoltre il tutor svolge un’attività di mediazione tra scuola e famiglia, facendosi interlocutore diretto con i docenti per facilitare l’incontro tra le esigenze della didattica scolastica e le diverse caratteristiche di apprendimento dei ragazzi con DSA.

IL PROGETTO FORMATIVO che oggi presentiamo, consolidatosi in anni di esperienza, si basa su una struttura innovativa e unica.

La formula eterogenea che si è sperimentata, accogliendo come allievi aspiranti tutor, insegnanti e genitori, si è dimostrata vincente. Ha fatto si che i soggetti partecipanti non solo acquisissero un notevole bagaglio di informazioni e nozioni sui DSA, ma ha anche facilitato un dialogo spesso difficile tra questi tre “mondi”, famiglia-scuola-specialisti, talvolta in difficoltà nella reciproca comunicazione.

IL NOSTRO SCOPO è creare una alleanza educativa finalizzata a:

  • Portare i ragazzi a scoprire il loro personale metodo di studio.
  • Vivere gli anni scolastici il più serenamente possibile.
  • Divenire autonomi nello studio.

Lavoreremo quindi in maniera particolareggiata sul metodo di studio, sulle strategie metacognitive e compensative, senza dimenticare anche l’importanza della sfera emotivo-motivazionale.

Chi è per noi il tutor in due parole: è colui che insegna ad imparare.

Il corso verte su tre livelli: SAPERE, SAPER FARE, SAPER ESSERE.

CHI SIAMO: Siamo un team di specialisti e professionisti di differente formazione, tutti con una lunga esperienza nel campo dei DSA, con lo scopo primario di attivare percorsi formativi di eccellenza per i soggetti con DSA e BES per tutti coloro che vi entrano in relazione.

Responsabile del progetto: dott.ssa Alessandra Repetto

Scroll Up