La dislessia fa parte dei disturbi specifici dell’apprendimento.

Per capire se nostro figlio/ a o il nostro alunno/a ha questa caratteristica, i segnali ai quali è bene prestare attenzione sono:

Lettura lenta e stentorea, tendenza ad invertire le sillabe, tendenza a tirare ad indovinare, difficoltà nella comprensione del testo una volta letto.

Può capitare inoltre che la dislessia si presenti insieme ad altre difficoltà come la disortografia, la discalculia o disgrafia.

Nonostante oggi per ogni classe ci sia almeno un bambino con disturbo dell’apprendimento, purtroppo è molto diffuso il pregiudizio che questi ragazzi siano solo svogliati, poco interessati allo studio e poco intelligenti.

Invece questi comportamenti caratterizzano i bambini con DSA non riconosciuto, perché hanno scarsa motivazione, non sono compresi, non si sentono adeguati e hanno una bassa autostima. Quindi attenzione a non commettere l’errore più diffuso: << se solo ci mettesse un po’ più di impegno ce la farebbe>> oppure: << è piccolo deve solo crescere>>.

La dislessia è un disturbo evolutivo che se individuato precocemente (II elementare) ci permette di mettere in campo interventi di riabilitazione (logopedia) e potenziamento (tutor a casa in affiancamento allo studio che permetteranno al bambino/a di svolgere qualsiasi percorso scolastico in modo autonomo e soddisfacente.

L’Associazione E-ducere offre aiuto, sostegno, informazione e formazione ai genitori ed insegnanti che hanno bambini con disturbo dell’apprendimento, tramite corsi specializzati, percorsi di diagnosi, assistenza a casa e a scuola.

Scroll Up